La nostra filosofia produttivva

Il nostro compito principale è produrre vini di territorio che sappiano esprimere il distinto carattere dei nostri vigneti. Utilizziamo lieviti indigeni quando possiamo e cerchiamo di intervenire il meno possibile durante la vinificazione per permettere a ogni vino di trovare in modo naturale la sua strada e preservare le caratteristiche di ogni lotto di uva. Fermentiamo e maturiamo ogni lotto separatamente per i nostri vini classici, e definiamo il blend finale per ogni vino soltanto dopo il processo di invecchiamento.

Dalla vendemmia 2013 invecchieremo i nostri vini nella nuova cantina alla tenuta Lodola, acquistata nel 2012, che contiene sia le tradizionali grandi botti di rovere di Slavonia che le barriques di rovere francese.

La vinsantaia, dove i nostri Vin Santo e Occhio di Pernice maturano nei "caratelli", piccole botticelle di rovere di 50 litri, si trova invece alla tenuta Le Capezzine.

Cliccare sui links qui sotto per conoscere meglio i passi della produzione del vino rosso, il vino bianco e il Vin Santo.

Enologi

Giampaolo Chiettini

Giampaolo_portraits.jpg "Un vino genuino e autentico non ha la necessità di essere continuamente testato e migliorato, ma soltanto di essere bevuto e apprezzato."
Giampaolo, il nostro consulente enologo, ha lavorato in tutte le principali regioni vinicole del mondo ed è per noi una fonte di saggezza e sapere. Laureatosi nella prestigiosissima scuola di agricoltura di San Michele all'Adige nella provincia di Trento, la sua filosofia sul vino è serafica e generosa come il suo carattere: "non disturbare - il vino sa quale percorso prendere".

Matteo Giustiniani

matteo_portraits.jpg

"Voglio che il mio vino rifletta quanto più possibile il "terroir", affinchè sia unico e piacevole."

Fiorentino di nascita, la sensibilità di Matteo per il terroir è testimoniata dalle aziende vinicole dove aveva deciso di iniziare la sua carriera. Dopo la laurea in enologia e viticoltura all'Università di Firenze, Matteo ha conseguito un master in enologia all'Università di Bordeaux, dove ha potuto anche approfondire le sue conoscenze sui vigneti e sul vino anche grazie al lavoro parallelo in numerose quanto prestigiose aziende vinicole.

Ashleigh Seymour

ashleigh_portrait.jpg

"Quando mi si presentò l'occasione di lavorare sull'annata 2010 da Avignonesi la presi al volo."

Lavorare per Avignonesi dà ad Ashleigh l'opportunità di far incontrare le tecniche di vinificazione del nuovo mondo con le tradizioni del vecchio mondo. Ashleigh proviene da una delle più famose università di viticoltura ed enologia al mondo, l'Università di Adelaide. Numerose e diversificate esperienze in aziende vinicole australiane ed europee le hanno permesso di sviluppare una profonda comprensione del terroir.

Storie

27May
2015

Max: A man with #nofilter

max.jpg "I see an immense landscape before me, which leaves me in awe because of its beauty. It’s a landscape of horizons and soils, human faces, dreams, climate and machines, stubbornness and determination. It's Avignonesi" Continua
23May
2015

A Bull named Desiderio

Desiderio.jpg There is one label in the Avignonesi collection of wines, which above all the others sparks curiosity: Desiderio. The name in itself, meaning Desire, is strong and bold, and there is a big, white bull depicted on the label. But why? What does a... Continua
21May
2015

AVIGNONESI INVESTS IN QUALITY MANAGEMENT

ok.jpg Avignonesi has achieved the ISO 9001:2008 Quality Management System Certification, demonstrating their unwavering dedication to consistent improvement in performance. Continua
02Mar
2015

Grandi Annate: A wine with a Sense of Place

.jpg This week we present to the world a wine we have been working on perfecting for the last 4 years, a wine which embodies our winemaking credo – terroir speaks; we listen. A wine which speaks the language of Sangiovese and conveys the character of... Continua
Leggere altre storie