Desiderio era un toro che viveva sulla fattoria Le Capezzine di Avignonesi più di cento anni fa. Il più grande toro in Toscana a quel tempo, questo maestoso animale contribuì a definire la razza bovina Chianina, specifica della Bistecca Fiorentina. È stata una scelta naturale dedicare questo Merlot all’amato toro come testimonianza dell’origine dei vini. Questo è Merlot dalla Toscana al suo meglio.
Dopo trent'anni di produzione, Desiderio voleva un nuovo impulso e l'annata 2018 risponde a questa esigenza. Abbiamo deciso di offrire all'astro nascente di Bolgheri e maestro del Merlot Fabio Motto l'opportunità di realizzare l'annata 2018.
Fabio non ha esitato un secondo. Con la sua naturale umiltà ha raccolto la sfida e, dalla potatura all'assemblaggio, ha gestito ogni fase della produzione in collaborazione con il nostro team.